Bonus per il quarto figlio, ecco le istruzioni dell’Inps

L’INPS, con comunicato stampa del 18 maggio 2016, ha ricordato che, con circolare n. 70 del 29 aprile 2016, sono state fornite le istruzioni operative per fruire del bonus quarto figlio che consiste in un beneficio, solo per l’anno 2015, per i nuclei familiari con quattro o più figli minori e con un valore ISEE non superiore a 8.500 euro l’anno.

Per riceverlo, spiega l’istituto, “non occorre presentare alcuna domanda poiché l’Inps utilizzerà, in automatico, la domanda già presentata dai beneficiari dell’assegno per i tre figli minori. È necessario, però, che nell’anno 2015 o 2016, sia stata presentata una dichiarazione sostitutiva unica (Dsu) dalla quale risultino almeno quattro figli minori, di cui il quarto figlio sia nato o adottato nel 2015. In assenza di una Dsu con queste caratteristiche, occorre presentare una nuova Dsu entro il 31 maggio 2016″.

Qualora invece “le domande di assegno per i tre figli minori già presentate per il 2015 non saranno inserite dai Comuni entro il prossimo 31 maggio, i pagamenti del bonus quarto figlio subiranno un ritardo tecnico e l’erogazione da parte dell’Istituto verrà effettuata solo nel mese di dicembre 2016“.

0