Botteghe di mestiere

E’ attiva la possibilità di effettuare esperienze di tirocini attraverso il Programma S.P.A. – Sperimentazioni di Politiche Attive (Botteghe) che ha come obiettivo quello di contribuire al miglioramento dei livelli di occupabilità e di occupazione dei giovani e favorire la trasmissione di competenze specialistiche e il ricambio generazionale nei mestieri artigianali.

Tale programma prevede la realizzazione di un sistema di Botteghe e l’attivazione di 934 tirocini della durata di sei mesi riconoscendo un contributo per il Soggetto Ospitante e un’indennità di frequenza ai destinatari per la partecipazione al percorso.

I progetti di Bottega possono essere presentati da raggruppamenti formati da un soggetto promotore dei tirocini (in questo caso lo scrivente studio quale soggetto delegato della Fondazione Lavoro dei Consulenti del lavoro) e da una o più aziende ospitanti i tirocini stessi.
I raggruppamenti possono essere costituiti in forma di: consorzio; associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS); contratto di rete; partnership; altre forme regolamentate. In tutti i casi la Fondazione Lavoro assumerà il ruolo di Soggetto Capofila.

Possono essere presentati Progetti di Bottega appartenenti alle seguenti due tipologie:

Botteghe “settoriali”: attivate in una logica di settore, coinvolgendo aziende integrate in senso orizzontale che operano allo stesso stadio di un ciclo produttivo.

Botteghe “di filiera”: attivate in una logica di filiera coinvolgendo, cioè, aziende integrate in senso verticale.
Possono partecipare anche aziende operanti nell’artigianato digitale, che impieghino tecnologie digitali per la fabbricazione di nuovi prodotti o per lo sviluppo di processi produttivi non convenzionali, con particolare riferimento a:
– modellizzazione e stampa 3D
– strumenti di prototipazione elettronica avanzata e software dinamici
– tecnologie di “open hardware”
– lavorazioni digitali quali il taglio laser e la fresatura a controllo numerico

Le tipologie delle Botteghe Settoriali ammesse sono le seguenti:
– ABBIGLIAMENTO- MODA
– AGROALIMENTARE ENOGASTRONOMIA RISTORAZIONE
– ARTIGIANATO ARTISTICO
– GRANDE DISTRIBUZIONE ORGANIZZATA
– LEGNO-ARREDO CASA
– MECCANICO
– NAVALE
– STAMPA

Le tipologie delle Botteghe di Filiera ammesse sono le seguenti:
– ABBIGLIAMENTO- MODA
– AGROALIMENTARE ENOGASTRONOMIA RISTORAZIONE
– LEGNO-ARREDO CASA

Ogni Progetto di Bottega dovrà prevedere l’inserimento di un numero di tirocinanti compreso tra un minimo di 7 e un massimo di 10, esclusivamente per i profili professionali previsti dal Programma allegato.

I tirocini sono rivolti a giovani, disoccupati o inoccupati, tra i 18 e i 35 anni e si dovranno concludere entro il termine perentorio del 31/03/2017.

Per i tirocini avviati ai sensi del presente Avviso è prevista l’erogazione, in favore dei tirocinanti di un’indennità di partecipazione pari a € 500,00 al mese al lordo delle eventuali ritenute di legge e, nel caso in cui il tirocinio sia effettuato in una Regione diversa da quella di residenza del tirocinante, di un’ulteriore indennità di mobilità.

Al Soggetto Ospitante sarà riconosciuto un contributo per l’erogazione di almeno n. 8 ore di tutoraggio mensili a ciascun tirocinante. L’importo massimo riconoscibile per le 8 ore di attività è pari a € 250,00 al mese, al lordo delle eventuali ritenute di legge, per ciascun tirocinante ospitato.

0