INPS: Ok alle istanze per il bonus bebè

Con la circolare n. 93 dell’8 maggio 2015, l’INPS ha fornito le istruzioni sul c.d. Bonus bebè, previsto per ogni figlio nato o adottato tra il 1° gennaio 2015 ed il 31 dicembre 2017.

L’ assegno annuo, pari a € 960,00, sarà versato direttamente dall’INPS in quote mensili fino al terzo anno di vita o di adozione del bambino, per i figli di cittadini italiani o comunitari oppure per i figli di cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno Ue per soggiornanti di lungo periodo, residenti in Italia, a condizione che il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente sia in una situazione economica corrispondente ad un valore dell’ISEE non superiore a € 25.000 annui.

Per i nuclei familiari in possesso di un ISEE non superiore a € 7.000 annui, l’importo annuale dell’assegno è raddoppiato.

Le domande potranno essere inviate all’INPS esclusivamente attraverso i seguenti tre canali: on line, Contact Center Integrato e Patronati.

Il servizio d’invio delle domande on line è disponibile attraverso il seguente percorso: -> Servizi per il cittadino -> Autenticazione con PIN -> Invio domande di prestazioni a sostegno del reddito -> Assegno di natalità – Bonus bebè. 

Poiché il beneficio è in vigore dal 1° gennaio 2015, per le nascite e le adozioni avvenute tra il 1° gennaio 2015 ed il 27 aprile 2015 (data di entrata in vigore del D.P.C.M. 27 febbraio 2015, con cui sono state emanate le disposizioni attuative del beneficio in questione), il termine di 90 giorni per la presentazione della domanda decorre dal 27 aprile 2015.

Nel caso di specie, quindi, la domanda di assegno dovrà essere presentata entro il 27 luglio 2015, fermo restando che per tali eventi le domande possono essere presentate anche tardivamente ma, in tal caso, l’assegno spetterà a decorrere dalla data di presentazione della domanda.

Circ. n. 93 dell’ 08 maggio 2015

0