INPS: Parte la D.P.A.

Con il messaggio n. 2648 del 2 luglio scorso l’ Inps ha reso noto il nuovo processo di gestione delle verifiche della regolarità contributiva ai fini della fruizione dei benefici normativi e contributivi (Durc interno).

Dal 9 luglio 2018 – attraverso la Dichiarazione Preventiva di Agevolazione (D.P.A.) – le aziende possono interrogare il nuovo sistema  con un modello telematico per verificare se siano in possesso della regolarità contributiva attestata dal Durc al fine di poter fruire delle agevolazioni.

L’attivazione della verifica può essere effettuata fin dal primo mese di fruizione dei benefici contributivi.

Le finalità sono:

  • ridurre la gestione del recupero delle agevolazioni fruite, spesso operato per periodi temporali molto ampi, in presenza di attestazione di irregolarità contenuta nel Documento Verifica regolarità contributiva,
  • assicurare che la verifica non venga posta in essere in un momento successivo rispetto a quello della concreta fruizione dell’agevolazione denunciata nei flussi UniEmens correnti ovvero in quelli di variazione.

La dichiarazione, con riguardo alla matricola aziendale per la quale, per il mese considerato, verrà denunciata dal datore di lavoro l’agevolazione nel flusso UniEmens, deve avvenire entro il giorno precedente la scadenza del pagamento della denuncia stessa.

Sul sito internet dell’Inps nella sezione “DiRseCo” vi è un modello telematico denominato DPA “Dichiarazione per la fruizione dei benefici dei benefici normativi e contributivi”, che servirà ai datori di lavoro per comunicare la volontà di usufruire del beneficio nelle denunce UniEmens innestando subito la verifica di regolarità contributiva.

La procedura,  illustrata nel messaggio, permetterà di conoscere in tempo reale, al momento dell’elaborazione della denuncia, la situazione dell’azienda relativamente alla regolarità contributiva, consentendo di riconoscere da subito i benefici esposti oppure di emettere e notificare tempestivamente le eventuali note di rettifica per addebito ex  art. 1.

Inps, Messaggio 2 luglio 2018, n. 2648

0