INPS: Rivalutati i compensi 2015 per il lavoro accessorio

La Legge n. 92/2012 (Riforma Fornero) prevede che il limite annuo dei compensi previsti per il prestatore di lavoro accessorio (c.d. voucher o buoni lavoro) sia rivalutato annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati intercorsa nell’anno precedente.

L’INPS, con circolare n. 77 del 16 aprile 2015, ha quindi comunicato che i nuovi importi economici da prendere a riferimento per l’anno 2015, anche al fine delle verifiche sul loro rispetto a cura dei committenti, come precisato nella circolare n. 176/2013, sono rideterminati come segue:

€ 5.060 netti, per la totalità dei committenti nel corso di un anno solare, pari a € 6.746 lordi;

€ 2.020 netti in caso di committenti imprenditori commerciali o liberi professionisti nel corso di un anno solare, pari a € 2.693 lordi.

Circ. n. 77 del 16-04-2015.pdf

0