BONUS ASSUNZIONI 2017 AL SUD

Con un occhio all’obiettivo di ridurre la disoccupazione giovanile e l’altro ai vincoli di bilancio, è in arrivo un tris di incentivi che da gennaio prenderanno il testimone dalla decontribuzione “light” prevista dalla legge di stabilità 2016 e dal super bonus del programma Garanzia giovani.

Il nuovo sistema di aiuti, focalizzato su giovani e disoccupati del Sud, chiama all’appello un mix di strumenti: gli stanziamenti previsti dal disegno di legge di bilancio, i fondi strutturali europei, le risorse del programma Youth Guarantee.

Ai datori di lavoro che in Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Campania, Abruzzo, Molise e Sardegna assumeranno giovani disoccupati con contratti a tempo indeterminato o apprendistato sarà riconosciuto lo sgravio totale dei contributi previdenziali (con un tetto di 8.060 euro) per 12 mesi.

l target, in questo caso, non sono solo i giovani tra i 15 e i 24 anni, ma anche i disoccupati dai 25 anni in su privi di impiego da almeno sei mesi.

Il secondo tassello del puzzle è il nuovo “bonus giovani”, un incentivo per le imprese di tutta Italia che assumono Neet iscritti al programma Garanzia giovani: quelli con un’età tra i 15 e i 24 anni e quelli tra i 24 e i 29 anni privi di impiego da almeno sei mesi. Anche in questo caso 12 mesi di sconto totale dei contributi (fino a 8.060 euro) per i contratti a tempo indeterminato o l’apprendistato, che si dimezzano (sconto al 50%, con un tetto di 4.030 euro) per le assunzioni a tempo determinato e una platea di circa 60mila beneficiari.

Infine, la decontribuzione per le aziende che assumono a tempo indeterminato giovani dopo uno stage post-diploma o post-laurea, che si traduce in uno sconto triennale del 100% dei contributi fino a un tetto massimo annuo di 3.250 euro.

0