Regione Lazio: la nuova disciplina dei tirocini extracurriculari

Il Lazio, in attuazione delle linee guida “nazionali” approvate a fine maggio, ha deciso di riscrivere la disciplina regionale dei tirocini extracurriculari, quelli cioè finalizzati a orientamento e inserimento occupazionale: non meno di 800 euro lordi mensili e una durata massima di sei mesi (anziché 12), proroghe e rinnovi compresi. Le uniche eccezioni ammesse riguardano i soggetti svantaggiati ed i disabili per i quali si può salire, rispettivamente, a 12 e 24 mesi.

La durata minima non potrà essere inferiore a due mesi; per le attività stagionali si scende a un mese, e gli studenti, a partire dai 16 anni, potranno svolgere, solo in estate, mini-tirocini da 14 giorni fino a un massimo di tre mesi. I tirocini non potranno essere svolti nelle ore notturne o per sostituire personale in malattia, maternità o ferie.

Multe fino a 6.000 euro  e interdizione fino a due anni per chi non rispetta le nuove regole.

I datori di lavoro non potranno attivare tirocini se hanno fatto licenziamenti (a eccezione di quelli per giusta causa) nei 12 mesi precedenti. In generale non si potranno far svolgere al tirocinante le stesse mansioni di un lavoratore espulso dall’azienda, anche con procedura collettiva.

E’ inoltre vietato riassumere con tirocinio una risorsa che ha già lavorato per lo stesso datore nei due anni precedenti. Possibili invece tirocini in presenza di contratti di solidarietà espansiva.

Restano invariati i limiti quantitativi: ciascun datore fino a cinque dipendenti potrà avere un tirocinante; si sale a due per quelli tra sei e 20 addetti e si arriva al 10% per le imprese con oltre 20 lavoratori in forza a tempo indeterminato. Questi tetti potranno essere superati, proporzionalmente, nel caso di stipula di un contratto di lavoro subordinato di almeno sei mesi (le aziende oltre i 20 dipendenti potranno attivare fino a quattro tirocini oltre il limite del 10% se vengono assunti tutti i tirocinanti dei 24 mesi precedenti).

Le nuove regole – approvate con la delibera della Giunta Regionale del 09/08/2017 – entreranno in vigore dal prossimo 1° ottobre 2017.

0